Istruzioni e modulistica per la consegna della documentazione e la compilazione dei metadati

La documentazione di cui alla sezione IVa della circolare 30/2019, da trasmettere alla Soprintendenza / Parco archeologico di riferimento entro 90 giorni dalla fine delle indagini, andrà raccolta all’interno di una cartella in formato .zip da nominare: “GNA_Sito_2020”.

All’interno di tale cartella i files e le sotto-cartelle andranno denominati come segue:

Sez. IVa 

Elenco documentazione

Tipo di File /CartellaDenominazione
a.

Abstract della relazione di fine scavo

File .pdfGNA_abstract_sito               
b.

Relazione di fine scavo

File .pdfGNA_relazione_sito
c.

Immagini fotografiche

Cartella contenente files .jpg o .tiff

GNA_foto_sito
d., e., f.

Posizionamento saggi e piante di fine scavo    

 

Cartella contenente files .dxf, .shp o .gpkg e files .jpg, .tiff e .pdf
Nota bene: per i files con estensione .dxf, .shp o .gpkg si prega di allegare anche copia in formato .pdf     

GNA_topografia_sito
g.

Metadati descrittivi delle indagini

File .xlsGNA_metadati_sito

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                        

A titolo esemplificativo si fornisce, scaricabile da questa pagina, un fac-simile della cartella contenente la documentazione da trasmettere. 

I metadati (letteralmente “dati sui dati”) contengono le informazioni descrittive fondamentali su una risorsa digitale, che ne permette la ricerca in rete o all’interno di una banca dati. La disponibilità di metadati aumenta il potenziale informativo delle risorse digitali, perché fornisce a chi consulta il dataset e ai potenziali riutilizzatori una serie di informazioni sul suo contenuto, le sue modalità di acquisizione e accesso, gli autori e i responsabili, l’eventuale aggiornamento, oltre a informazioni specifiche che consentono di connettere le risorse le une alle altre e di effettuare ricerche accurate sulla base di criteri definiti. Metadati dettagliati, basati su standard e vocabolari condivisi, rendono più semplice il reperimento delle risorse ai potenziali fruitori, aumentando la possibilità che i dati vengano conosciuti da più persone, confrontati, diffusi.

Ai fini del conferimento della documentazione di scavo al Geoportale Nazionale per l’Archeologia, è richiesto al responsabile dell’invio di compilare i metadati relativi al dataset nella sua interezza, comprendente tutta la documentazione di scavo che è consegnata (collection-level metadata), e ai singoli allegati che lo compongono (file-level metadata).

La strutturazione dei campi segue quanto previsto dal progetto Ariadneplus, facendo riferimento allo standard ISO19115, richiesto dalla normativa europea INSPIRE per i files geospaziali, e tiene conto degli standard dell’Archaeology Data Service (ADS) della University of York.

Al momento dell’invio del dataset, il Direttore di scavo allega il documento relativo ai metadati, redatto secondo il modello in formato .xls scaricabile da questa pagina, completo in ogni sua parte. Sono scaricabili anche la guida alla compilazione in italiano e inglese e un fac-simile in formato .xls già compilato.

L’elenco dei metadati richiesti potrà variare in adeguamento alla normativa nazionale o europea.

Per qualunque chiarimento è possibile fare riferimento all’indirizzo dedicato dg-abap.gna@beniculturali.it.

Per le Soprintendenze / Parchi archeologici: Si rammenta che, la documentazione di cui sopra, previa verifica di completezza e conformità, sarà trasmessa a cura di codeste Soprintendenze / Parchi archeologici entro 30 giorni dalla ricezione, tramite servizio APE cargo all’indirizzo dedicato dg-abap.gna@beniculturali.it.

Si ringrazia la Missione Archeologica Italiana della Sapienza Università di Roma a Elaiussa Sebaste (Turchia) per la collaborazione.